Riconoscere la discalculia


La discalculia interessa le seguenti azioni matematiche (una sola, tutte, in parte)

DISTURBI  PRENUMERICI

– movimento nel tempo;

– movimento nello spazio;

– percezione delle quantità;

– manipolazioni di quantità (classificazioni, seriazioni, corrispondenze, aggiunte, partizioni,

sottrazioni, equivalenze);

DISTURBI  NUMERICI

– scrittura di numeri

– contare;

– movimento nella linea dei numeri;

DISTURBI  DEL  CALCOLO

– calcolo orale;

– incolonnamento;

– calcolo scritto;

– numerazioni;

– moltiplicazioni di base (tabelline);

– espressioni;

– equazioni;

DISTURBI  DELLA  COMPRENSIONE  E  SOLUZIONE  DI  PROBLEMI

– comprensione di problemi;

DISTURBI  GEOMETRICI  E  DELLA  RAPPRESENTAZIONE  GRAFICA

– azioni con figure geometriche.

Come riconoscere le difficoltà nei bambini? Attenzione! Non devono essere presenti tutte queste difficoltà, ma una parte di esse! Certo non è sufficiente non ricordare le tabelline! Dobbiamo capire se è un problema persistente e se il bambino cade in errore nonostante tutti i suoi sforzi.

1. I bambini discalculici si muovono male nella linea del tempo (avanti e in dietro; prima-dopo, prima di-dopo di, durata,ieri – oggi – domani, i  giorni della settimana, i mesi, ecc.).

2. Si muovono male nella linea dei numeri (contare in avanti e in dietro, prima-dopo, due di più,due di meno, sopra lo zero – sotto lo zero).

3. Fanno fatica nella “costruzione del numero”.

4. Lavorano male nel calcolo orale (contano a lungo con le dita, ripartono sempre dall’1, si

smarriscono).

5. Compiono errori nella scritturazione de numeri: inversioni speculari (ad es. alcuni numeri

vengono scritti rovesciati), inversioni di numeri di più cifre (ad es. 135 viene scritto 153).

6. Incolonnano male le operazioni (ad es. fuori asse).

7. Compiono errori nel calcolo scritto.

8. Si smarriscono nelle numerazioni.

9. Fanno molta fatica nell’imparare le tabelline.

10. Si smarriscono nelle equivalenze.

11. Si smarriscono nelle espressioni.

12. Comprendono poco o niente il testo del problema di matematica, alla prima lettura.

13. Fanno fatica a comporre le figure geometriche nei problemi.

14. Eseguono i calcoli con strategie del tutto personali.

15. Sono lenti ed impacciati in prestazioni quali: maneggio del denaro, uso dell’orologio,valutazione di numeri alti, ecc.

16. Tendono a rifiutare i compiti matematici e le prestazioni di calcolo.

La discalculia si può inoltre collegare alla dislessia, derivare da essa o esserne completamente indipendente. Tuttavia ha la stessa matrice della dislessia. Si rintracciano gli stessi problemi relativi alla prevalenza motoria incrociata, al mancinismo contrastato, alle difficoltà di coordinazione, difficoltà nella lateralità, orientamento spazio-temporale e via dicendo.

Prossimamente: che fare per la discalculia…

5 pensieri su “Riconoscere la discalculia

  1. Carlotta ha detto:

    Sono una quasi cinquant’enne e ho sempre avuto difficoltà a mettere in fila i numeri..figuriamoci i calcoli!! Una volta ho trascritto tutta l’agenda telefonica di mio marito..e ho sbagliato un sacco di telefoni!! Spesso sogno che devo comporre un n. di tel su un cellulare per chiedere aiuto, ma la tastiera non ha i n. in fila e divento matta nel tentativo di decifrare il funzionamento della tastiera dei n. Ovviamente non ho fatto dtudi che necessitassero di molta matematica, però ero infallibile nella costruzione di figure solide geometriche e nell’intuizione della soluzione dei problemi. I calcoli me li facevano le mie amiche e io costruivo le figure geometriche. Due dei miei figli hanno fatto lo scientifico con buoni risultati. A quasi tutto c’è rimedio! Ciao

  2. mezzanini maria rosa ha detto:

    Gntile dottoressa Giacomini potrebbe indicarmi dove o a chi rivolgermi a Verona per verificare se mia figlia di 11 anni è affetta da tale disturbo? Il suo articolo è stato molto interessante
    Ringraziando porgo
    Distinti saluti
    Maria Rosa Mezzanini

  3. Nunzio ha detto:

    Mia figlia pensa di essere discalcula perché in seconda media ha grosse difficoltà a fare le espressioni e i calcoli in genere, ci terrei a dire che lei in tutte le materie ha la media del 9 é tra le più brave della scuola… M in matematica ha la media del 6 e pur impegnandosi non riesce e insiste di avere questo problema…

    Cosa mi consiglia… Come possiamo sapere se ha reali problemi?

    • giovannagiacomini ha detto:

      Buongiorno, è molto originale il suo messaggio perchè di solito sono i genitori a preoccuparsi che i figli abbiano un problema e non viceversa. Tuttavia sicuramente sua figlia è un po’ confusa. Anzitutto le va spiegato bene in cosa consiste la discalculia (non basta infatti avere difficoltà nel fare le espressioni o i calcoli per definire la discalculia). Vi consiglio di cercare informazioni e leggerle con lei in modo da chiarire la situazione. Se invece i professori o voi genitori avete dei dubbi è importante in questo caso far fare una valutazione da uno specialista. In ogni caso sua figlia può essere aiutata da un professionista per trovare insieme a lei il perchè nonostante l’impegno non sia efficiente nei compiti di matematica e aiutarla a superare le sue difficoltà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...