Superare un dolore


E’ un ragazzino molto intelligente, sensibile, e piuttosto maturo per la sua età. Viene da me accompagnato dalla mamma, ma le motivazioni non mi sono subito molto chiare. Poi piano piano, qualcosa emerge. Un disegno, un nome gettato lì senza alcun significato (apparente). Io non faccio domande. Sono una pedagogista, non indago, ma ascolto. So che ci sono ricadute sulla scuola, un rendimento buono che si sta abbassando, ma capisco che non è un problema. Lui è intelligente, sta ascoltando le lezioni, apprende, ma ha deciso di sospendere, di mettersi in sospeso. Non significa che non stia capendo, ma non ha voglia di dedicarsi alla scuola. Ma è difficile per chi sta intorno a lui capire che c’è qualcosa di più importante, di più urgente. C’è la preoccupazione, perchè in fondo “i professori non si interessano di educazione, ma di rendimento. Non importa quanto sei intelligente, se poi i tuoi voti sono bassi”.

Piano piano, è arrivata la fiducia, il benessere. A forza di stare insieme, per terra, scalzi e su un tappeto pieno di cuscini “Come a casa” mi dice “Anzi meglio”. “perchè non mi fai domande?” “tutti mi chiedono sempre cos’ho”. E si apprezzano i lunghi silenzi. I genitori preoccupati “Ma cosa fate per un’ora?” “Non starò sprecando tempo e denaro”. Perchè cerchiamo di misurare e quantificare tutto… anche il benessere.

E arriva un bellissimo giorno, dove mi fa ascoltare musica, la sua musica, le sue canzoni, che trova il coraggio di cantarmi. Ed esce tutto, come un fiume, in maniera semplice e chiara, a modi suo, non mio. E io sono sempre lì, a gioire insieme a lui, a condividere il suo dolore e a fare da argine. Oggi sono felice. Mi ha dato molto, più di quanto io abbia dato a lui. forse è questo che fa la differenza. Mi chiedo sempre se lavorare con le emozioni, sulle difficoltà, sul dolore, sulla paura sia seguire un protocollo diagnostico. Credo proprio di no.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...